RavanelloMarrone

[Topic Ufficiale] Creepypasta

217 risposte in questa discussione

Topic per scrivere Creepypasta e postare roba paurosa :ahsisi:

Inizio io:

2 coniugi, dati i vari impegni familiari non hanno molto tempo da dedicare a loro stessi, così decidono di prendersi una serata libera dai figli e dal lavoro, è a questo punto che contattano una Baby-Sitter. Alle 20:00, la suddetta si presenta, e i genitori gli lasciano il proprio numero in caso di emergenza, dopo di che escono.

La ragazza fa addormentare i bambini, dopo di che li mette a dormire e si rilassa sul divano, ma dopo un po la ragazza viene surclassata dalla noia, così chiama i coniugi per ottenere il permesso di andare nella loro camera a guardare un po di TV, e i due acconsentono alla richiesta, però, la Baby-Sitter, chiede un ultimo favore alla coppia. Chiede di poter coprire la statua del clown presente fuori dalla finestra. Dopo alcuni secondi, il padre risponde :"Tu prendi i bambini ed esci di casa, io chiamo la polizia, non abbiamo nessuna statua di un clown"

Presa dal "Creepypasta Forum"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Topic per scrivere Creepypasta e postare roba paurosa :ahsisi:

Inizio io:

2 coniugi, dati i vari impegni familiari non hanno molto tempo da dedicare a loro stessi, così decidono di prendersi una serata libera dai figli e dal lavoro, è a questo punto che contattano una Baby-Sitter. Alle 20:00, la suddetta si presenta, e i genitori gli lasciano il proprio numero in caso di emergenza, dopo di che escono.

La ragazza fa addormentare i bambini, dopo di che li mette a dormire e si rilassa sul divano, ma dopo un po la ragazza viene surclassata dalla noia, così chiama i coniugi per ottenere il permesso di andare nella loro camera a guardare un po di TV, e i due acconsentono alla richiesta, però, la Baby-Sitter, chiede un ultimo favore alla coppia. Chiede di poter coprire la statua del clown presente fuori dalla finestra. Dopo alcuni secondi, il padre risponde :"Tu prendi i bambini ed esci di casa, io chiamo la polizia, non abbiamo nessuna statua di un clown"

Presa dal "Creepypasta Forum"

Che paura, mi sono cacato nei pantaloni. Seriamente, come fanno queste storie a far paura??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Boh,ma sono belle :asd:

Eccone un'altra:

Caro Diario

Solitamente sono un ragazzo pacifico, timido, sensibile, un vero dolcetto zuccherato, mia madre è molto fiera di me su questo aspetto, mio padre mi vede un po' mollaccione ma so che li va bene così, ogni tanto si arrabbia un po' quando non riesco a sostenere alcuni lavori che faccio con lui, ma in fondo mi ci trovo bene e con il resto della famiglia pure.

Vivo una vita tranquilla a Savona, in Liguria, un posto fantastico: la città è incastrata tra una lunga fila di montagne piene di verde e un'altra governata dalla spiaggia.

Frequento il liceo scientifico tecnologico ITIS, un vero gioiello di istruzione, cultura, sportività e attività extrascolastiche. Adoro studiare in compagnia e da solo ogni qualvolta si presenti l'occasione, persino al bar della scuola quando usciamo un'ora prima dall'istituto, non mi va di passare un'ora scolastica buca senza fare nulla, insomma, sono un autentico nerd LOL.

La mia voglia di studiare, mi impedisce addirittura di passare alcune giornate con i miei amici, ho pensato molte volte a come potrei distrarmi un po', ma alla fine rinuncio sempre, i libri mi catturano troppo.

Tutto sommato, anche se limitata, la mia vita mi piace moltissimo, non la cambierei con nessun'altra.

Tuttavia, non può essere sempre rose e fiori: mi ricordo che tempo fa ero vittima di numerosissime cattive azioni da parte di teppisti, in primis, un ragazzo dai capelli rasati sui lati e la cresta in cima, era alto la metà di me ma ero terrorizzato da lui. Ogni volta che subivo i suoi maltrattamenti mi diceva che era il mio peggiore incubo e che dovevo temerlo.

Piansi ogni volta che mi maltrattava: mi rompeva gli occhiali, mi sputava in testa, insultava la mia famiglia e una volta tiro un calcio in pancia al mio cagnolino,......il cane?, chi sa perchè non ricordo cosa successe dopo, mi sono sentito strano dopo quell'evento...

Fatto sta che ora siamo amici, sorpreso vero? È successo proprio poche ore fa, immagina anni di maltrattamenti risolti in poche ore, è strabiliante, in questo momento è proprio accanto a me, mentre sto scrivendo a te, caro diario (scusa se ti sto scrivendo, da una fredda e grigia cantina, ma di sopra il modem non prende, chissà come mai o.0).

In questo momento, stiamo guardando insieme una puntata dei simpson sul pc portatile di mio padre, ci stiamo divertendo da matti, non pensavo di avere tante cose in comune con lui, però vedo che trema, e che non sorride più come voglio io, sarà il freddo? Effettivamente questa cantina è anche umida, ma che succede? Il mio amico piange? Perchè? Avrà avuto una brutta giornata o sicuramente sono i rimorsi del suo buio passato a farlo pentire, non importa, ci penserò io a farli ritornare il sorriso, con i miei metodi riuscirò a inciderli un bel sorrisino sulle guance, ma chissà dove ho messo il coltello, ah! Devo ricordarmi anche di portarlo in bagno a pulirsi da tutto questo strano liquido rosso, poverino, ha le gambe rotte, non riesce a muoversi, mi dispiace per lui T.T.

Forse dovrei anche ricordarmi di metterli una benda sull'occhio destro, ha proprio un bel buco sull'iride.

Beh, ora devo andare Diario, devo occuparmi del mio nuovo amichetto, ciao ciao!

PS: Certo che il mio cane fa davvero tanto rumore quando mastica la mano destra del mio amico -.-

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'ultima faceva ridere, come può uccidere una persona e scrivere nello stesso tempo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al telegiornale avevano parlato di un killer che girava per la mia città, di notte, che uccideva le sue vittime con un coltello. Chi era sopravvissuto diceva di aver visto soltanto una maschera da clown con un sorriso minaccioso. Nient'altro.

Ogni volta che lo nominavano mi venivano i brividi: e se fosse venuto da me?

Aveva già colpito nella mia zona, a qualche isolato da casa mia: la signora dei gelati, quella che non mi aveva mai fatto uno sconto in tutta la mia infanzia, anche quando mi mancavano solo dieci centesimi e avevo le lacrime agli occhi. Sì, lei.

Quella sera andai a letto di cattivo umore: avevo litigato con mio padre. Mi svegliai di soprassalto in piena notte, disturbato da un rumore di passi al piano di sotto.

Scesi al piano di sotto, tremante, senza nemmeno farmi luce con il cellulare.

Passando per la cucina afferrai la prima cosa che mi capitava, forse quel grosso cucchiaio di peltro, quello pesante.

In salotto, vidi un'ombra in controluce, spalle a me e colpì, terrorizzato.

Colpii, e capì che c'era qualcosa che non andava.

Colpii, finchè l'intruso non cadde a terra. Allora accesi la luce.

Guardai mio padre, sul tappeto, in un lago di sangue.

Guardai il coltello nella mia mano.

Mi guardai allo specchio alla mia destra e non vidi la mia faccia.

Poi ricordai.

E mi tolsi la maschera da clown.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'ultima faceva ridere, come può uccidere una persona e scrivere nello stesso tempo?

È probabilmente un polipo :ahsisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È probabilmente un polipo :ahsisi:

Jones.jpg
Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al telegiornale avevano parlato di un killer che girava per la mia città, di notte, che uccideva le sue vittime con un coltello. Chi era sopravvissuto diceva di aver visto soltanto una maschera da clown con un sorriso minaccioso. Nient'altro.

Ogni volta che lo nominavano mi venivano i brividi: e se fosse venuto da me?

Aveva già colpito nella mia zona, a qualche isolato da casa mia: la signora dei gelati, quella che non mi aveva mai fatto uno sconto in tutta la mia infanzia, anche quando mi mancavano solo dieci centesimi e avevo le lacrime agli occhi. Sì, lei.

Quella sera andai a letto di cattivo umore: avevo litigato con mio padre. Mi svegliai di soprassalto in piena notte, disturbato da un rumore di passi al piano di sotto.

Scesi al piano di sotto, tremante, senza nemmeno farmi luce con il cellulare.

Passando per la cucina afferrai la prima cosa che mi capitava, forse quel grosso cucchiaio di peltro, quello pesante.

In salotto, vidi un'ombra in controluce, spalle a me e colpì, terrorizzato.

Colpii, e capì che c'era qualcosa che non andava.

Colpii, finchè l'intruso non cadde a terra. Allora accesi la luce.

Guardai mio padre, sul tappeto, in un lago di sangue.

Guardai il coltello nella mia mano.

Mi guardai allo specchio alla mia destra e non vidi la mia faccia.

Poi ricordai.

E mi tolsi la maschera da clown.

Avevo già capito dalle prime righe che era lui stesso :ahsisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un creeper entra in un bar...

Bum :fermosi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La morte

Avevo letto questa storia in uno strano sito e la voglio raccontare anche a voi per salvarvi la vita. In questo strano sito avevo letto che chiunque leggesse l'insieme di lettere e numeri 51dfa61f5ase1 moriva dopo un giorno. Io l'ho letta pochi minuti fa. Non leggetela e vivrete. Copia e incolla questo messaggio in tanti siti per salvare la vita di tante persone.

La inventavo mentre scrivevo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La morte

Avevo letto questa storia in uno strano sito e la voglio raccontare anche a voi per salvarvi la vita. In questo strano sito avevo letto che chiunque leggesse la parola 51dfa61f5ase1 moriva dopo un giorno. Io l'ho letta pochi minuti fa. Non leggetela e vivrete. Copia e incolla questo messaggio in tanti siti per salvare la vita di tante persone.

La inventavo mentre scrivevo

Non è una parola, è un insieme di lettere e numeri :trollface:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è una parola, è un insieme di lettere e numeri :trollface:

Di che stai parlando? Leggi meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di che stai parlando? Leggi meglio.

Ti piace vincere facile? :asd:

Vabbuoh, io non ho inventiva per l' horror :sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se volete cerco un video che vi farà stare un po' male dal terrore.

è piuttosto lungo, ed usa messaggi subliminali. Se state male, come stesi io ai tempi, chiudete tutto subito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se volete cerco un video che vi farà stare un po' male dal terrore.

è piuttosto lungo, ed usa messaggi subliminali. Se state male, come stesi io ai tempi, chiudete tutto subito.

Stesi? Azz, è forte sta roba :asd:

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se volete ve ne posto una che avevo scritto io...

Il Manoscritto Wade.

C'è un libro, o forse un solo foglio, nascosto da qualche parte, nel mondo. Potrebbe anche essere a casa tua. Sembra si tratti di un manosritto, datato 18 Agosto 1846. Si dice che sia firmato con il nome Wade.

Comunque sia, non si sa cosa ci sia scritto. Qualcuno dice che si tratti della verità sull'universo, altri dicono che si tratti di un semplice foglio vuoto. L'unica cosa che si sa è la data, la firma e quello che, a quanto dice qualcuno, accade a chi legge questo manoscritto.

Si dice che si muoia all'istante, oppure che si soffrra lentamente per il resto della vita. In tanti affermano di aver conosciuto qualcuno che lo ha letto, ed è scomparso dalla loro vita, senza lasciare traccia.

Io so solo che è un manoscritto, firmato Wade, e datato 18 Agosto 1846. E questo è tutto quello che so. Se mai troverai un documento simile, non leggerlo. fermati alle prime righe. Qualunque cosa sia, non vale una sola vita umana. Contattami. Cerca in tutti i modi di non leggerlo, e contattami.

Per me è molto importante. Ricorda, non leggerlo, potresti non sopravvivere.

18 Agosto 1846

Wade.

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se volete cerco un video che vi farà stare un po' male dal terrore.

è piuttosto lungo, ed usa messaggi subliminali. Se state male, come stesi io ai tempi, chiudete tutto subito.

Io no, sono corrotto, malvagio, odioso e "alla Sgarbi" ma sono anche fifone ,_,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Del resto non lo trovo più.

Ma se volete scacazzarvi cercate Menphis75 su youtube.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Del resto non lo trovo più.

Ma se volete scacazzarvi cercate Menphis75 su youtube.

Meglio di no :asd:

Eccone un'altra

Molti di noi non sono capaci di osservare. Diciamo che circa il 97% di ogni persona presente sulla faccia della terra non può 'vederlo' e 'sentirlo', ma c'è un metodo per farlo.

Un metodo molto semplice, anche se gli effetti, purtroppo, dovranno a te restare estranei, pur avendo la consapevolezza che questi sono accaduti... Oppure no, è molto difficile dirlo.

Siediti in una posizione comoda, spegni tutto ciò che c'è di acceso nel luogo in cui ti trovi e attacca gli auricolari al computer o allo stereo (meglio se cuffie chiuse).

Se hai una luce molto forte, spegnila o diffondila se possibile.

Cerca di rimanere perfettamente immobile, chiudi gli occhi e cerca di sentire ogni minimo rumore intorno a te.

Questa fase può variare, ma di solito ci vogliono minimo 20 minuti per accorgersi.

'Sentirlo'

'Vederlo'

Crederai che qualcuno si trovi lì vicino a te, ma è solo la tua immaginazione, ti convincerai che lì non c'è nulla.

Crederai di sentire qualcuno respirare lentamente vicino a tuo orecchio, ma non è vero, ti persuaderai che in realtà non stai sentendo niente.

Comunque sia, qualunque cosa accada...

Non appurare ciò che pensi stia accadendo vicino a te. Ricordati che è solo silenzio e solitudine per te.

E' molto meglio rimanere nell'ignoranza, non cercare di vederlo, sii solo sicuro di esserti accorto della sua presenza.

Perciò...

Usa tutte le tue forze per tentare di non voltarti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Meglio di no :asd:

Eccone un'altra

Molti di noi non sono capaci di osservare. Diciamo che circa il 97% di ogni persona presente sulla faccia della terra non può 'vederlo' e 'sentirlo', ma c'è un metodo per farlo.

Un metodo molto semplice, anche se gli effetti, purtroppo, dovranno a te restare estranei, pur avendo la consapevolezza che questi sono accaduti... Oppure no, è molto difficile dirlo.

Siediti in una posizione comoda, spegni tutto ciò che c'è di acceso nel luogo in cui ti trovi e attacca gli auricolari al computer o allo stereo (meglio se cuffie chiuse).

Se hai una luce molto forte, spegnila o diffondila se possibile.

Cerca di rimanere perfettamente immobile, chiudi gli occhi e cerca di sentire ogni minimo rumore intorno a te.

Questa fase può variare, ma di solito ci vogliono minimo 20 minuti per accorgersi.

'Sentirlo'

'Vederlo'

Crederai che qualcuno si trovi lì vicino a te, ma è solo la tua immaginazione, ti convincerai che lì non c'è nulla.

Crederai di sentire qualcuno respirare lentamente vicino a tuo orecchio, ma non è vero, ti persuaderai che in realtà non stai sentendo niente.

Comunque sia, qualunque cosa accada...

Non appurare ciò che pensi stia accadendo vicino a te. Ricordati che è solo silenzio e solitudine per te.

E' molto meglio rimanere nell'ignoranza, non cercare di vederlo, sii solo sicuro di esserti accorto della sua presenza.

Perciò...

Usa tutte le tue forze per tentare di non voltarti.

non so voi, ma io di notte in casa sento sempre rumori strani, ma ci sono abituato. sento come una scala che vibra, di quelle vecchie scale di ferro, e ogni tanto anche dei passi e dei respiri :sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora