Jump to content
Sign in to follow this  
Isperia

Sacrosanctum Server: un server meno tossico

Recommended Posts

Vi siete mai svegliati una mattina con il desiderio di unirvi ad un server straordinariamente puro, salubre, a prova di cyberbullismo? Volesse il cielo, un server gestito dalla Santa Sede: il Vaticano? 

Fare apostolato religioso attraverso i videogiochi può sembrare una strategia disperatissima, ma funziona. Il prete gesuita Robert R. Ballecer, ex-consulente informatico della Silicon Valley ed ex-tech blogger, vorrebbe mettere le sue conoscenze scientifiche al servizio del Vaticano per raggiungere più persone attraverso l'apertura di un server Minecraft.
Il gesuita digitale ha dichiarato di aver avuto l’idea di un server del Vaticano pensato per i videogiocatori di Minecraft questa estate. Il disegno generale del server assomiglia ad una virtualizzazione del Vangelo secondo Lucaun ambiente armonioso dove le persone possono incontrarsi e relazionarsi anche al di fuori del mondo virtuale, lontano da tutti quegli aspetti tossici e di violenza verbale che affliggono molte comunità video-ludiche.  

Attraverso un sondaggio condotto attraverso il servizio di microblogging Twitter, Ballecer ha chiesto ai suoi follower su quale gioco volessero vedere implementata un’idea del genere scegliendo tra Ark, Team Fortress 2, Rust o Minecraft. Quest’ultimo ha raccolto ben il 64% dei voti. Il risultato non stupisce, infatti: oltre ad essere il gioco più venduto al mondo, Minecraft è anche il gioco con il minor numero di antinomie verso i valori della fede Cristiana. Pensate ad un server di Ark o Rust gestito dal Vaticano, un ossimoro abbastanza spiritoso. 

Come spiega lo stesso Robert Ballecer ai microfoni di Rome Reports, nel server del Vaticano “puoi invitare persone che vogliono essere creative, che non vogliono essere tossiche, e puoi creare un ambiente in cui gli utenti possono esprimere sé stessi e costruire una relazione; ed è proprio quest’ultima la parte più importante. Fondamentalmente, è questo ciò che voglio fare con il server”


spacer.png

 


Il server del Vaticano è già disponibile in fase di test, e chiunque volesse partecipare a questa particolare esperienza non dovrà far altro che collegarsi a http://minecraft.digitaljesuit.com/ ed accedere al server, divulgando il proprio verbo nella nuova community atossica.

E voi cosa ne pensate, cari e fedeli lettori di Minecraft Italia News?

Link del twit ufficiale : https://twitter.com/padresj/status/1167941336219045888

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi aspettavo di leggere questa informazione quando ho cliccato su questo thread lmao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • Similar Content

    • By Giona041
      Ciao vorrei creare un realm con qualcuno solo che non trovo nessuno, qualcuno ha bisogno di un amico?
    • By Abvso
      Requisiti minimi:
      Avere 14 anni
      Essere maturi
      Saper parlare e scrivere Italiano
      Saper usare WorldEdit
      Saper Buildare e decorare strutture
      Avere telegram
       Contatti:
      @Michealdel41
      @Petriuss
    • By GiulioTopLad
      Salve a tutti, vorrei far diffondere una piccola notizia.
      Ho riaperto il mio Server in modo definitivo, questo Server sarà un Vanilla Puro accessibile solo dagli Utenti Premium.
      Non c'è nessun sistema di vantaggi, non esistono Vip od altro, ognuno sarà allo stesso livello quindi solo Utenti.
      Versione di Minecraft: 1.5.2
      Per avere una esperienza unica nel Server ho creato un Custom Client per tutti che ha:
      + Forge
      + Supporto Skin
      + Too Many Items
      - 1.6 Update Avariable Flag
       
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.